Si è verificato un errore nel gadget

giovedì 6 ottobre 2011

Cucina italiana: Academia Barilla certifica gli chef e tutela il patrimonio storico

Alla IV edizione del Festival Europeo del Gusto, svoltasi nei giorni scorsi a Lido Adriano, presso Ravenna, non poteva mancare Academia Barilla, la cui mission è stata presentata dal dott. Gianluigi Pagano.

Egli, illustrando l’opera di Academia Barilla per  la diffusione della conoscenza  della Cucina Italiana e  per la sua valorizzazione, ha ricordato innanzi tutto il grande patrimonio bibliografico raccolto a Parma nella sede dell’Academia (più di 8 000 testi, alcuni anche molto antichi) , in buona parte messo a disposizione del pubblico anche in forma digitalizzata, oltre ad una ricchissima collezione di Menù storici.

Accanto a ciò ha poi ricordato l’azione di Academia nel proporre corsi di cucina nei suoi attrezzatissimi laboratori e nell’organizzazione di tour gastronomici, ed inoltre la distribuzione, tramite canali qualificati, di  una serie di specialità alimentari selezionate.

Ma l’azione più importante di Academia Barilla e che meglio risponde allo spirito internazionale della manifestazione ravennate, a cui hanno partecipato delegazioni di 10 Paesi, è stato quella rivolta alla Ristorazione Italiana nel mondo ed in particolare alla qualificazione degli chef che si vogliono presentare come esperti in Cucina Italiana.


La certificazione prevede esami orali e pratici, innanzi tutto per coloro che già adesso operano in questo settore senza avere una certificazione di autenticità riconosciuta, nella seconda fase seguiranno veri e propri stages formativi per garantire la reale preparazione di coloro che si presentano all’estero come ambasciatori della nostra cultura gastronomica.

0 commenti:

Posta un commento